Città Come Cultura è un progetto del MAXXI che, nel corso delle prime due edizioni, è anche divenuto una piattaforma di confronto, analisi e formazione che mette a fuoco il rapporto tra cultura e territori secondo la chiave dello sviluppo e della trasformazione degli stessi.

La terza edizione del progetto coincide con un momento storico assolutamente eccezionale per la sua gravità e per lo sconvolgimento che ha portato, nelle vite di tutta l’umanità: la pandemia di COVID-19.

Il programma si articola in quattro mattinate online: venerdì 12 e sabato 13 giugno, venerdì 19  e sabato 20 giugno, dalle 10:00 alle 13:00 e prevede anche la partecipazione di Bertam Niessen, direttore scientifico di cheFare, per parlare di professioni e lavoro culturale. Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono:

  • indagare le forme di linguaggio e i temi più “urgenti” su cui ragionare in un post isolamento mondiale che ha modificato la socialità, la fruizione della cultura e la natura stessa delle città e delle sue funzioni
  • definire gli elementi che caratterizzeranno la ripartenza
  • moltiplicare i momenti di discussione e avvicinarsi ai territori attraverso una rete di partner di istituzioni e amministrazioni, >> Scarica il programma

12 - 13 giugno, dalle 10.00 alle 13.00

Dalla cultura si riparte con il workshop gratis online del MAXXI, insieme a Bertram Niessen

Città Come Cultura è un progetto del MAXXI che, nel corso delle prime due edizioni, è anche divenuto una piattaforma di confronto, analisi e formazione che mette a fuoco il rapporto tra cultura e territori secondo la chiave dello sviluppo e della trasformazione degli stessi.

La terza edizione del progetto coincide con un momento storico assolutamente eccezionale per la sua gravità e per lo sconvolgimento che ha portato, nelle vite di tutta l’umanità: la pandemia di COVID-19.

Il programma si articola in quattro mattinate online: venerdì 12 e sabato 13 giugno, venerdì 19  e sabato 20 giugno, dalle 10:00 alle 13:00 e prevede anche la partecipazione di Bertam Niessen, direttore scientifico di cheFare, per parlare di professioni e lavoro culturale. Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono:

  • indagare le forme di linguaggio e i temi più “urgenti” su cui ragionare in un post isolamento mondiale che ha modificato la socialità, la fruizione della cultura e la natura stessa delle città e delle sue funzioni
  • definire gli elementi che caratterizzeranno la ripartenza
  • moltiplicare i momenti di discussione e avvicinarsi ai territori attraverso una rete di partner di istituzioni e amministrazioni, >> Scarica il programma

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

11 proposte per i nuovi centri culturali

Leggi l'approfondimento

Potrebbero interessarti anche questi articoli

La questione dei nomi delle professioni al femminile una volta per tutte

21 Dicembre 2020

Andrà tutto meglio, lezioni dalla crisi

29 Marzo 2020

‘Arte, tecnologia e scienza’ di Marco Mancuso per ritrovare un campo d’azione collettivo

28 Febbraio 2019