Negli ultimi anni, a partire da quello spartiacque rappresentato dal superamento del secolo e con la conseguente accelerazione degli anni dieci, il dibattito culturale si è definitivamente spostato grazie anche all’avvento prepotente dei social dalla carta alla rete. La crisi della politica nelle sue strutture e nelle forme conosciute nel Novecento e quella delle riviste ormai ridotte al lumicino e decisamente periferiche o di carattere specialistico hanno portato alla nascita dei blog culturali nelle loro forme più varie e ancora inedite. Certamente la forza culturale della carta non si è estinta ed è ben lungi dal rischiarne la scomparsa, ma è evidente come le voci nuove e i temi più innovativi attraversino oggi prima la rete e solo in seconda battuti quelli che per per almeno due secoli sono stati i luoghi canonici del confronto.

La Casa della Cultura con cheFare ha così deciso di organizzare una serie di quattro incontri in cui portare attorno ad un tavolo i principali protagonisti del dibattito culturale italiano oggi in rete: Nazione Indiana, Lavoro Culturale, Doppiozero e Le parole e le cose sono tra i blog culturali collettivi più famosi e seguiti, con loro si confronteranno anche i rappresentanti di altre realtà culturali online da Rivista Studio a Gli Stati Generali fino a battitori liberi capaci di influenzare il dibattito grazie alla loro capacità di penetrazione in rete, veri e propri influencer culturali come Federico Novaro, Claudia Vago, eFFe e Flavio Pintarelli.

Gli incontri tenteranno ognuno di indagare in profondità le peculiarità di una produzione culturale che si basa attraverso una continua sperimentazione nei contenuti come nelle forme e in un stretto e attivo confronto coni propri lettori. Cosa significa quindi fare cultura in rete e come la si condivide attivando lettori e pubblici attraverso uno scambio proficuo e reciproco. Come si costruisce una rivista e quale politica culturale è possibile perseguire nello spazio infinito della rete che è però al contempo potenzialmente fortemente controllato da grossi gruppi in grado di gestire e veicolare l’opinione pubblica.

Quattro incontri che hanno l’obiettivo di aprire un confronto aperto e franco sugli spazi possibili e sulla responsabilità stessa di un’azione culturale che oggi in Italia deve far fronte ad un drammatico conflitto generazionale, ad un attacco diretto ai diritti di cittadinanza e che vede nella scuola, nel lavoro, nella salute e nei diritti dei migranti i punti nodali di un dibattito ineludibile.
(Giacomo Giossi)

  • martedì 13 ottobre 21.00

Fare cultura in rete: cosa cambia?eFFe (Blogger)
Anna Momigliano (Rivista Studio)
Antonio Sgobba (IL – magazine mensile del Sole 24 ore)
Modera: Giacomo Giossi (cheFare)

  • martedì 27 ottobre ore 21.00

Social network: comunicare la cultura
Stefano Jugo (Einaudi)
Flavio Pintarelli (Lavoro culturale)
Claudia Vago
Modera: Marco Liberatore (cheFare)

  • martedì 10 novembre ore 21.00

La rivista si fa in rete
Silvia Jop (Lavoro Culturale)
Giorgio Mascitelli (Nazione Indiana)
Roberto Gilodi (Doppiozero)
Federico Novaro
Modera: Jacopo Tondelli (Gli Stati Generali)

  • martedì 24 novembre ore 21.00

Politica culturale al tempo della rete

Isabella Mattazzi (Le parole e le cose)
Gianluigi Ricuperati (Domus Academy)
Ivan Carozzi (Linus)

cultura in rete

dal 13 Ottobre 2015

Come cambia la cultura in rete

Negli ultimi anni, a partire da quello spartiacque rappresentato dal superamento del secolo e con la conseguente accelerazione degli anni dieci, il dibattito culturale si è definitivamente spostato grazie anche all’avvento prepotente dei social dalla carta alla rete. La crisi della politica nelle sue strutture e nelle forme conosciute nel Novecento e quella delle riviste ormai ridotte al lumicino e decisamente periferiche o di carattere specialistico hanno portato alla nascita dei blog culturali nelle loro forme più varie e ancora inedite. Certamente la forza culturale della carta non si è estinta ed è ben lungi dal rischiarne la scomparsa, ma è evidente come le voci nuove e i temi più innovativi attraversino oggi prima la rete e solo in seconda battuti quelli che per per almeno due secoli sono stati i luoghi canonici del confronto.

La Casa della Cultura con cheFare ha così deciso di organizzare una serie di quattro incontri in cui portare attorno ad un tavolo i principali protagonisti del dibattito culturale italiano oggi in rete: Nazione Indiana, Lavoro Culturale, Doppiozero e Le parole e le cose sono tra i blog culturali collettivi più famosi e seguiti, con loro si confronteranno anche i rappresentanti di altre realtà culturali online da Rivista Studio a Gli Stati Generali fino a battitori liberi capaci di influenzare il dibattito grazie alla loro capacità di penetrazione in rete, veri e propri influencer culturali come Federico Novaro, Claudia Vago, eFFe e Flavio Pintarelli.

Gli incontri tenteranno ognuno di indagare in profondità le peculiarità di una produzione culturale che si basa attraverso una continua sperimentazione nei contenuti come nelle forme e in un stretto e attivo confronto coni propri lettori. Cosa significa quindi fare cultura in rete e come la si condivide attivando lettori e pubblici attraverso uno scambio proficuo e reciproco. Come si costruisce una rivista e quale politica culturale è possibile perseguire nello spazio infinito della rete che è però al contempo potenzialmente fortemente controllato da grossi gruppi in grado di gestire e veicolare l’opinione pubblica.

Quattro incontri che hanno l’obiettivo di aprire un confronto aperto e franco sugli spazi possibili e sulla responsabilità stessa di un’azione culturale che oggi in Italia deve far fronte ad un drammatico conflitto generazionale, ad un attacco diretto ai diritti di cittadinanza e che vede nella scuola, nel lavoro, nella salute e nei diritti dei migranti i punti nodali di un dibattito ineludibile.
(Giacomo Giossi)

  • martedì 13 ottobre 21.00

Fare cultura in rete: cosa cambia?eFFe (Blogger)
Anna Momigliano (Rivista Studio)
Antonio Sgobba (IL – magazine mensile del Sole 24 ore)
Modera: Giacomo Giossi (cheFare)

  • martedì 27 ottobre ore 21.00

Social network: comunicare la cultura
Stefano Jugo (Einaudi)
Flavio Pintarelli (Lavoro culturale)
Claudia Vago
Modera: Marco Liberatore (cheFare)

  • martedì 10 novembre ore 21.00

La rivista si fa in rete
Silvia Jop (Lavoro Culturale)
Giorgio Mascitelli (Nazione Indiana)
Roberto Gilodi (Doppiozero)
Federico Novaro
Modera: Jacopo Tondelli (Gli Stati Generali)

  • martedì 24 novembre ore 21.00

Politica culturale al tempo della rete

Isabella Mattazzi (Le parole e le cose)
Gianluigi Ricuperati (Domus Academy)
Ivan Carozzi (Linus)

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Un anno di Rosetta: incontri, interrogativi e sorprese

28 Dicembre 2017

Come sta il sistema operativo delle biblioteche digitali in Italia

14 Luglio 2020

La cultura è un territorio mentale

21 Agosto 2013