Bertram Niessen, Presidente e Direttore scientifico di cheFare, presenterà il suo libro Abitare il vortice lunedì 11 settembre dalle 18.30 alla libreria Prinz ZaumBari, in dialogo con Carlo Ferretti, progettista culturale, ricercatore e autore.

Ogni certezza urbanistica e sociologica, di colpo, è crollata, mentre lo smartworking diventava pian piano la norma e il dogma della concentrazione urbana si rivelava un’idea vecchia, da ripensare completamente per arginare l’improvvisa fuga dalla città. Ma ora, più di due anni dopo: lo abbiamo fatto davvero? Le città stanno ritrovando il senso perduto nel trauma della pandemia? Bertram Niessen alterna sapientemente lo sguardo freddo del sociologo, il piglio dell’agitatore culturale e l’attitudine pragmatica di chi da anni lavora come esperto accompagnatore di trasformazioni urbane. Se la modernità è per definizione sempre più liquida, le città sono specchi d’acqua: le spinte e le controspinte economiche, le trasformazioni sociali e politiche ne agitano la superficie senza sosta, creando vortici spaventosi e seducenti. Resta da capire se è possibile, oggi e ancor più domani, trovare il modo di Abitare il vortice.

La presentazione si terrà da Prinz Zaum in via Cardassi, 93 dalle 18.30.

 

Foto di Josh Chiodo su Unsplash

Lunedì 11 Settembre

Abitare il vortice: la presentazione di Bertram Niessen a Bari

Bertram Niessen, Presidente e Direttore scientifico di cheFare, presenterà il suo libro Abitare il vortice lunedì 11 settembre dalle 18.30 alla libreria Prinz ZaumBari, in dialogo con Carlo Ferretti, progettista culturale, ricercatore e autore.

Ogni certezza urbanistica e sociologica, di colpo, è crollata, mentre lo smartworking diventava pian piano la norma e il dogma della concentrazione urbana si rivelava un’idea vecchia, da ripensare completamente per arginare l’improvvisa fuga dalla città. Ma ora, più di due anni dopo: lo abbiamo fatto davvero? Le città stanno ritrovando il senso perduto nel trauma della pandemia? Bertram Niessen alterna sapientemente lo sguardo freddo del sociologo, il piglio dell’agitatore culturale e l’attitudine pragmatica di chi da anni lavora come esperto accompagnatore di trasformazioni urbane. Se la modernità è per definizione sempre più liquida, le città sono specchi d’acqua: le spinte e le controspinte economiche, le trasformazioni sociali e politiche ne agitano la superficie senza sosta, creando vortici spaventosi e seducenti. Resta da capire se è possibile, oggi e ancor più domani, trovare il modo di Abitare il vortice.

La presentazione si terrà da Prinz Zaum in via Cardassi, 93 dalle 18.30.

 

Foto di Josh Chiodo su Unsplash

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Scopri laGuida

Scopri il sito

Potrebbero interessarti anche questi articoli

corto-termismo

Brexit: gli antidoti al “corto-termismo”.

27 Giugno 2016
musei

Un sogno fatto a Milano. Piccoli musei e storie personali

27 Aprile 2018

Comunità e progettazione condivisa a San Salvario