Lucrezia Cippitelli  interviene venerdì 25 maggio dalle 20 all’incontro Performing Publicness organizzato da Milano Arch Week 2018 – URBANIA e curato da Small.

#PerformingPublicness è un progetto di ricerca sullo spazio pubblico contemporaneo che parte dall’osservazione della relazione ambivalente tra la dimensione “performativa” dell’arte pubblica e, in generale, della vita pubblica urbana, e la necessità che il progetto/design dello spazio pubblico proponga al contempo nuove visioni “performanti” che si evolvano insieme alle trasformazioni culturali connesse a dinamiche tecno-sociali ed ecologiche che incidono sulla vita urbana, costruendo in essi nuovi protocolli di diritto, di accesso e di partecipazione.

Durante la Milano Arch Week 2018, #PerformingPublicness prende la forma di una conversazione che mette a confronto intellettuali, amministratori, artisti e progettisti che si occupano dello spazio pubblico – anche tangenzialmente – nella veste di osservatori e interpreti, per avviare un dibattito verso la costruzione di uno “stato di diritto” dello spazio urbano contemporaneo al di là dello statuto di proprietà.

Sul palco i progetti di:
Simone Capra / stARTT – studio di architettura e trasformazioni territoriali
Federica Verona / Il festival delle periferie a Milano
Lucrezia Cippitelli / CheFare
Edoardo Suraci / Altrove
Discutono:
Demetrio Scopelliti / Comune di Milano
Leonardo Caffo / NABA Nuova Accademia di Belle Arti
Modera:
Rossella Ferorelli / small

 

Venerdì 25 maggio 2018 h. 20.00

Milano Arch Week: Lucrezia Cippitelli – Performing Publicness

La Triennale di Milano
Viale Alemagna, 6
Milano

Lucrezia Cippitelli  interviene venerdì 25 maggio dalle 20 all’incontro Performing Publicness organizzato da Milano Arch Week 2018 – URBANIA e curato da Small.

#PerformingPublicness è un progetto di ricerca sullo spazio pubblico contemporaneo che parte dall’osservazione della relazione ambivalente tra la dimensione “performativa” dell’arte pubblica e, in generale, della vita pubblica urbana, e la necessità che il progetto/design dello spazio pubblico proponga al contempo nuove visioni “performanti” che si evolvano insieme alle trasformazioni culturali connesse a dinamiche tecno-sociali ed ecologiche che incidono sulla vita urbana, costruendo in essi nuovi protocolli di diritto, di accesso e di partecipazione.

Durante la Milano Arch Week 2018, #PerformingPublicness prende la forma di una conversazione che mette a confronto intellettuali, amministratori, artisti e progettisti che si occupano dello spazio pubblico – anche tangenzialmente – nella veste di osservatori e interpreti, per avviare un dibattito verso la costruzione di uno “stato di diritto” dello spazio urbano contemporaneo al di là dello statuto di proprietà.

Sul palco i progetti di:
Simone Capra / stARTT – studio di architettura e trasformazioni territoriali
Federica Verona / Il festival delle periferie a Milano
Lucrezia Cippitelli / CheFare
Edoardo Suraci / Altrove
Discutono:
Demetrio Scopelliti / Comune di Milano
Leonardo Caffo / NABA Nuova Accademia di Belle Arti
Modera:
Rossella Ferorelli / small

 

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

laCall to Action

Compila il questionario

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Autobiografia. Ciascuno cresce solo se sognato

27 Gennaio 2017

Cultura, che fare? Abbandonare la logica dei modelli e sperimentare ancora

21 Gennaio 2019

Comunità Contemporanee: il Manifesto del Futurismo Rurale di Leandro Pisano

27 Novembre 2020