Venerdì 16 febbraio alle 16.00 Maurizio Cilli, Marco Philopat, Bertram Niessen, Federica Verona e Alfred von Escher si ritroveranno per uno scambio d’idee pubblico a Milano in Triennale, nell’ambito del palinsesto esperienziale curato da Stefano Mirti 999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo.

La conversazione prende le mosse dalla grande mostra sull’abitare intesa come un grande ambiente (più o meno domestico) a generare molteplici situazioni, e in particolare dal Progetto Homeless di Maurizio Cilli, in cui si indaga il rapporto moderno con l’abitare, in cui la casa non è più il centro stabile della vita quotidiana e molte volte non c’è.

Per assistere alla conversazione è necessario pagare l’ingresso alla mostra.

Maurizio Cilli sull'abitare

Venerdì 16 febbraio 2018 - h. 16.00

Homeless: conversazione con Maurizio Cilli sull’abitare

Palazzo della Triennale
Viale Alemagna,6 – Milano
MM1, MM2 Cadorna – bus 94, 61 – Bikemi stazione 33

Venerdì 16 febbraio alle 16.00 Maurizio Cilli, Marco Philopat, Bertram Niessen, Federica Verona e Alfred von Escher si ritroveranno per uno scambio d’idee pubblico a Milano in Triennale, nell’ambito del palinsesto esperienziale curato da Stefano Mirti 999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo.

La conversazione prende le mosse dalla grande mostra sull’abitare intesa come un grande ambiente (più o meno domestico) a generare molteplici situazioni, e in particolare dal Progetto Homeless di Maurizio Cilli, in cui si indaga il rapporto moderno con l’abitare, in cui la casa non è più il centro stabile della vita quotidiana e molte volte non c’è.

Per assistere alla conversazione è necessario pagare l’ingresso alla mostra.

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Quindi, cheFare?

Iscriviti al corso

Potrebbero interessarti anche questi articoli

La crisi del Coronavirus ci sta insegnando che cambiare tutto è possibile

19 Marzo 2020
fotografo

Professione fotografo: un mestiere sempre meno a fuoco

10 Ottobre 2018

L’epoca dell’Homo Fictus, perché l’essere umano esiste per generare esperienze immaginarie

4 Marzo 2021