Bertram Niessen, Presidente e Direttore scientifico di cheFare, presenterà il suo libro Abitare il vortice venerdì 27 ottobre alle ore 17:30 ad Industrie Fluviali in Via del Porto Fluviale, 35 a Roma.

Ogni certezza urbanistica e sociologica, di colpo, è crollata, mentre lo smartworking diventava pian piano la norma e il dogma della concentrazione urbana si rivelava un’idea vecchia, da ripensare completamente per arginare l’improvvisa fuga dalla città. 

Ma ora, più di due anni dopo: lo abbiamo fatto davvero? Le città stanno ritrovando il senso perduto nel trauma della pandemia? Bertram Niessen alterna sapientemente lo sguardo freddo del sociologo, il piglio dell’agitatore culturale e l’attitudine pragmatica di chi da anni lavora come esperto accompagnatore di trasformazioni urbane. 

Se la modernità è per definizione sempre più liquida, le città sono specchi d’acqua: le spinte e le controspinte economiche, le trasformazioni sociali e politiche ne agitano la superficie senza sosta, creando vortici spaventosi e seducenti. Resta da capire se è possibile, oggi e ancor più domani, trovare il modo di Abitare il vortice.

 

Per la presentazione del libro Abitare il vortice: Come le città hanno perduto il senso e come fare per ritrovarlo, Bertram Niessen dialogherà con Amedeo Ciaccheri,  Presidente Mun Roma VIII; Alice Buzzone , Consigliera Ordine Architetti P.P.C. di Roma e Provincia; Maria Teresa Diodati, PINGO Società cooperativa sociale integrata; Domenico Chirico , Fondazione Charlemagne; Andrea Catarci – Assessore alle Politiche del Personale, al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la Città dei 15 minuti Comune di Roma. Coordina Maya Vetri, Assessora Cultura Mun Roma VIII.

 

 

 

Foto di JOHN TOWNER su Unsplash

Venerdì 27 Ottobre

Abitare il vortice: la presentazione di Bertram Niessen a Roma

Bertram Niessen, Presidente e Direttore scientifico di cheFare, presenterà il suo libro Abitare il vortice venerdì 27 ottobre alle ore 17:30 ad Industrie Fluviali in Via del Porto Fluviale, 35 a Roma.

Ogni certezza urbanistica e sociologica, di colpo, è crollata, mentre lo smartworking diventava pian piano la norma e il dogma della concentrazione urbana si rivelava un’idea vecchia, da ripensare completamente per arginare l’improvvisa fuga dalla città. 

Ma ora, più di due anni dopo: lo abbiamo fatto davvero? Le città stanno ritrovando il senso perduto nel trauma della pandemia? Bertram Niessen alterna sapientemente lo sguardo freddo del sociologo, il piglio dell’agitatore culturale e l’attitudine pragmatica di chi da anni lavora come esperto accompagnatore di trasformazioni urbane. 

Se la modernità è per definizione sempre più liquida, le città sono specchi d’acqua: le spinte e le controspinte economiche, le trasformazioni sociali e politiche ne agitano la superficie senza sosta, creando vortici spaventosi e seducenti. Resta da capire se è possibile, oggi e ancor più domani, trovare il modo di Abitare il vortice.

 

Per la presentazione del libro Abitare il vortice: Come le città hanno perduto il senso e come fare per ritrovarlo, Bertram Niessen dialogherà con Amedeo Ciaccheri,  Presidente Mun Roma VIII; Alice Buzzone , Consigliera Ordine Architetti P.P.C. di Roma e Provincia; Maria Teresa Diodati, PINGO Società cooperativa sociale integrata; Domenico Chirico , Fondazione Charlemagne; Andrea Catarci – Assessore alle Politiche del Personale, al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la Città dei 15 minuti Comune di Roma. Coordina Maya Vetri, Assessora Cultura Mun Roma VIII.

 

 

 

Foto di JOHN TOWNER su Unsplash

La newsletter di cheFare

Le attività e gli articoli di cheFare nella tua mail

Ti piace cheFare?

Seguici su Facebook!

Potrebbero interessarti anche questi articoli

L’agire responsabile delle imprese per il territorio

Alla colazione dell’innovazione culturale

18 Novembre 2015

Nuova BEIC: come farne un’occasione per Milano?