La Rivista Corvialista e i video su Torpignattara

Scarica come pdf

Scarica l'articolo in PDF.

Per scaricare l’articolo in PDF bisogna essere iscritti alla newsletter di cheFare, completando il campo qui sotto l’iscrizione è automatica.

Inserisci i dati richiesti anche se sei già iscritto e usa un indirizzo email corretto e funzionante: ti manderemo una mail con il link per scaricare il PDF.


    Se inserisci il tuo indirizzo mail riceverai la nostra newsletter.

    image_pdfimage_print

    Il MIP, il Mondo in periferia, Festival di giornalismo di esteri e di comunità promosso dalle associazioni Gli Asini e Lettera22 si è concluso sabato 15 giugno al “serpentone” di Corviale, coda finale di un festival itinerante iniziato a Torpignattara, dove si sono svolti anche gli eventi di venerdì 14 giugno.

    Tre giornate di incontri e dibattiti tra reporter, studiose, attiviste e ricercatori su Nord Africa, Medio Oriente, Sudan e Corno d’Africa, Myanmar e Bangladesh, Argentina e Palestina, questioni di genere e transizione energetica, diritti umani, ecologia, conflitti e giustizia internazionale.

    Tra gli obiettivi del progetto MIP, reso possibile dal contributo dell’Otto per mille della Tavola dei Valdesi, c’è anche quello di fornire strumenti affinché i residenti di Corviale e Torpignattara possono raccontare i quartieri in cui vivono dal loro punto di vista. Da qui, la scelta di organizzare i laboratori “Racconta Corviale” e “Racconta Torpignattara”, che si sono tenuti tra maggio e inizio giugno.

    I/le partecipanti al laboratorio Racconta Corviale, condotto da Giuliano Battiston con la collaborazione delle Stamperie del Tevere, hanno realizzato il numero zero della Rivista Corvialista, voce del serpentone, uno degli edifici di edilizia popolare più “chiacchierati” d’Italia, ma meno raccontati dall’interno.

    Esito di un processo collegiale, frutto di discussioni redazionali ospitate nella nuova “piazzetta delle Arti” di Corviale, la Rivista Corvialista è stata stampata in modo ibrido: i testi dei redattori e delle redattrici in digitale, titoli e illustrazioni con metodi tradizionali di stampa.

    La redazione della Rivista Corvialista è composta da: Giuliano Battiston (direttore editoriale), Donato Catalano, Mirko Chiassai, Emmanuele Del Gatto (capo redattore), Viola Nancy Dos Santos Machado, Aldo Feroce, Alessandro Fornaci (direttore artistico), Alice Gussoni, Kamila Koscianska (illustrazioni), Ninette Lima, Isabel Riva, Marco Rosati, Alessandra Rossi, Greg Taig, Tomastro, Paola Romoli Venturi. Cruciale, anche la collaborazione con Alessio ed Eugenio e gli artisti della piazzetta delle Arti.

    Le copie cartacee sono state distribuite nelle due presentazioni pubbliche e aspettano di raggiungere nuove destinazioni.

    Nel corso del laboratorio di foto-video reportage Racconta Torpignattara, tenuto da Angela Nittoli con la collaborazione di Giuseppe Chiantera e ospitato a Casa Scalabrini 634, sono stati invece realizzati dei brevi video reportage.

    Melissa Cammararo in Memorie collettive racconta L’archivio dei movimenti-Roma. Si può vedere qui.

    Margipo e Maaty El Sandoubi, con I martedì al parco San Galli, raccontano un’occasione di scambio culturale e convivialità. Si può vedere qui.

    Margherita Monti e Mattia Ciardo, con Chi ha visto la Madonna?, ci introducono all’interno di una cappella votiva. Si può vedere qui.

    Anche la seconda edizione de “Il mondo in periferia” è stata resa possibile dalla collaborazione con associazioni e comunità dei quartieri di Corviale e Torpignattara tra cui Asinitas, Casa Scalabrini 634, Comitato di quartiere Villa Certosa, Laboratorio di Città Corviale, Comunità X, Piacca, Fada Collective, Hausbruthaus, Stamperie del Tevere.

     

    Immagine di copertina di Kat Coffe su Unsplash

    Note

    Clicca qui per leggere l’articolo completo